13 settembre 2017

Un'aiuto per le PMI italiane nell'Industria 4.0 dal PIANO CALENDA


È una grande occasione per tutte le aziende che vogliono cogliere le opportunità legate alla quarta rivoluzione industriale.

Il Piano Nazionale Industria 4.0 consiste in una serie di misure atte ad agevolare e stimolare l'investimento da parte delle PMI italiane in azioni e strumentazioni innovative.

Citando le parole del Ministro Calenda, è un patto di fiducia il cui successo dipenderà dall'ampiezza con cui ogni singolo imprenditore utilizzerà le misure messe a disposizione.



Nello specifico, stiamo parlando di varie iniziative: 

  • Nuova Sabatini
  • Fondo di Garanzia.
  • Credito d'Imposta R&S.
  • Startup e PMI innovative.
  • Patent Box
  • ACE (Aiuto alla Crescita Economica)
  • IRES, IRI e Contabilità per cassa
  • Salario di Produttività
  • Iper e Super Ammortamento

Nuova Sabatini

Rivolta a tutte le micro, piccole e medie imprese del territorio e consiste in un contributo per la copertura degli interessi pagati dall'impresa in seguito alla richiesta e ottenimento di finanziamenti bancariÈ possibile godere di tale beneficio, solo nel momento in cui il finanziamento è destinato all'acquisizione di nuovi beni strumentali, macchinari, impianti, attrezzature di fabbrica a uso produttivo e tecnologie digitali tra hardware e software. 

Credito d'Imposta R&S

L'obiettivo di tale agevolazione consiste nello stimolare gli imprenditori delle PMI ad investire sul reparto Ricerca e Sviluppo dell'azienda, con il fine di innovare prodotti e processi. Nel concreto, consiste in un credito di imposta del 50% su spese incrementali in Ricerca e Sviluppo, rispetto alla media degli investimenti negli anni 2012-2014. 

Patent Box

Riduzione del 50% delle aliquote IRES e IRAP sui redditi d'impresa connessi all'uso diretto o indiretto di beni immateriali come brevetti industriali, marchi registrati, disegni e modelli industriali, know how e software protetto da copyright. L'obiettivo è quello di rendere più attrattivo il mercato italiano per quanto riguarda gli investimenti nazionale ed esteri, oltre che incentivare la ricollocazione in Italia dei beni immateriali attualmente detenuti all'etero. 

Startup e PMI Innovative

Attraverso questa azione si mira a sostenere le imprese fortemente innovative lungo l'intero ciclo di vita, e non soltanto all'inizio, attraverso ad esempio la semplificazione delle modalità di costituzione, l'esonero dalla disciplina sulle società di comodo e in perdita sistematica, possibilità di cedere le perdite a società quotate sponsor e molto altro. Il tutto per favorire lo sviluppo dell'imprenditoria innovativa e giovane. 

Fondo di Garanzia

Il fine è quello di sostenere imprese e professionisti che non riescono ad accedere al credito bancario in quanto sprovvisti di sufficienti garanzie. Per risolvere questo problema, è prevista la concessione di una garanzia pubblica fino ad un massimo dell'80% del finanziamento.

ACE

Il fine è quello di stimolare il finanziamento delle imprese attraverso il capitale proprio ottenendo così strutture patrimoniali più equilibrate e dunque sostenibili, bilanciando le fonti con gli impieghi e il capitale di rischio con il capitale di debito. 

IRES, IRI e Contabilità per cassa

Sostanzialmente implica una riduzione della pressione fiscale per le imprese che accantonano utili in azienda, scegliendo dunque di investire sul futuro. Un esempio è la riduzione dell'IRES dal 27.5% al 24%. 

Salario di Produttività

Mira a favorire l'incremento di produttività in modo indiretto, attraverso l'introduzione di scambi positivi tra aumenti di efficienza e incrementi salariali per i lavoratori. Quindi, ad esempio, prevede un vantaggio sulla tassazione dei premi salariali legati ad aumenti di efficienza pari al 10%. 

Iper e Super Ammortamento

Si tratta di una supervalutazione degli investimenti in beni strumentali nuovi, beni materiali e immateriali funzionali alla trasformazione tecnologica dell'azienda. Per approfondire l'argomento, leggi anche:  

Questo è solo un breve riassunto delle informazioni riportate nel documento reso disponibile online dal MISE e rivolto ad incentivare e rendere più sostenibili gli investimenti attuati dalle PMI volti a rendere più tecnologica e digitale la propria attività

Come precisato dallo stesso Ministro Calenda: "Sono misure che ogni azienda può attivare in automatico senza ricorrere a bandi o sportelli e senza vincoli dimensionali, settoriali o territoriali".  Inoltre non sono misure esclusive, ma cumulabili, per cui una stessa impresa può accedere a più agevolazioni contemporaneamente

Per saperne di più visita il Sito Web del Ministero dello Sviluppo Economico o scarica il PDF esplicativo

Leggi anche gli altri articoli correlati: 

Copyright © Bellachioma Systems srl - Cap. Soc. 52.000 i.v. - C.F. P.I. 01282180445 - C.C.I.A.A. di Ascoli P. n. AP-125146
Sede Legale: Via Val Tiberina, 79- 63074 San Benedetto del Tr (AP)

Scroll to Top