09 settembre 2016

Professionisti del digitale per le PMI


Era il 2014 quando circolava il detto che "Every business is digital business" , perché in fondo oggi proprio di questo si tratta: tutti sono su Internet sia come utenti privati, sia come clienti e consumatori e il confine tra queste due categorie è molto sottile.

Ogni business che vende prodotti, servizi, consulenze in qualsiasi settore hanno la possibilità di raggiungere il cliente finale attrraverso delle strategie digitali. I numeri, infatti, confermano che negli ultimi cinque anni il fatturato generato dal web in Italia è passato da 9.3 miliardi di euro a 19.3 miliardi. Si parla di quindi di un raddoppio dei numeri, che nonostante siano lontani dai numeri europei e mondiali indicano comunque un trend inarrestabile.

Ogni ritardo nella ricerca di competenze digitali nelle PMI corrisponde alla perdita di opportunità, e le PMI si stanno sempre di più attrezzando con l'inserimento in azienda di figure legate al mondo digitale. Tra le skills più ricercate ci sono il SEO (Search Engine Optimization) e il posizionamento sui motori di ricerca. Infatti, un business che non è presente sulla prima pagina di Google (solo per citare il motore di ricerca più famoso, e più importante) è un business che non esiste nel web. Il SEO permette ad un business di attrarre traffico organico, ovvero traffico non a pagamento verso il proprio sito e quindi nuovi contatti che sono potenziali clienti per la propria offerta.

«Le aziende che ancora faticano a capire come usare internet per innovare i processi e per creare valore sono le PMI, mentre le grandi aziende si sono mosse in anticipo. Le PMI stanno però cercando di adeguarsi al nuovo mondo ed è per questo motivo che cercano nuovi profili da inserire in azienda», spiega Stefano Giorgetti, Amministratore Delegato e Vicepresidente di Kelly Services Italia, la filiale della multinazionale americana che opera nella fornitura di servizi per le risorse umane.

Le aziende devono comprendere che le figure con competenze digitali non sono da confondere con le classiche figure IT, ma piuttosto devono integrarsi con queste ma lavorare più su un livello di marketing strategico. Infatti, le figure di e-Commerce Manager, Digital Strategist, Digital Project Manager, Social Media Manager, Social Media Analyst e Community Manager sono le figure che nel mondo digitale veicolano la comunicazione, i valori, l'immagine e l'offerta dell'azienda verso potenziali clienti e clienti esistenti.

Ma nel concreto qual é il ruolo di queste figure? Le vediamo insieme per aiutare le aziende che si avvicinano al web di capire quale di questi profili professionali si avvicinano di più alle proprie esigenze.

Digital Strategist

E' una figura strategica che insieme al marketing deve definire e condividere le linee generali in termini di immagine di impresa, e veicolarla sul web e sui social per promuovere i prodotti, i servizi e il brand. Questa figura deve, inoltre, avere spiccate doti comunicative e comprendere a fondo le dinamiche di comunicazione online in tutti i suoi canali.

Digital Project Manager

E' una figura più operativa rispetto il Digital Strategist è ha il compito di gestire l'intero ciclo di vita di un progetto di comunicazione digitale.

e-Commerce Manager

E' una figura con competenze sia operative sia strategiche poiché è un responsabile delle vendite online. Deve avere un background in materie economiche-gestionali con la conoscenza di mercati internazionali, marketing e controllo di gestione.

Social Media Manager

E' un profilo specializzato nella comunicazione e nell'utilizzo dei social network e deve essere fortemente allineato con il Digital Strategist.

Social Media Analyst

Si tratta di una figura più analitica che deve essere in grado di misurare i risultati raggiunti dalla strategia digitale.

Community Manager

Questa figura gestisce la comunicazione tra l'azienda e la propria community.

L'inserimento di queste figure in azienda va di pari passo anche all'utilizzo di altri strumenti che permettono di avere una conoscenza approfondita dei propri clienti, come per esempio un CRM che da la possibilità di segmentare accuratamente il proprio portfolio clienti. Altri strumenti sono quelli classici del sito web azienda, di una piattaforma E-commerce, i Social Media e l'email marketing. Oltre agli strumenti si affiancano competenze di CMS, SEO, SEM, SEA e Analytics.

  • CMS: Content management system, è uno strumento per la gestione dei contenuti dei siti web;
  • SEO: Search engine optimization, sono gli strumenti che permettono di ottimizzare il sito per il posizionamento sui motori di ricerca;
  • SEA: Search engine advertising, sono gli strumenti di pubblicità online come Google AdWords che permette di raggiungere il proprio target di clienti con campagne mirate;
  • Analytics: sono strumenti come Google Analytics che permettono di comprendere l'attivtà svolta sul sito web e valutare l'origine e il comportamento degli utienti online.
Al di là delle competenze tecniche e delle conoscenze del marketing digitale, che sono un background importante, ma che deve anche evolvere continuamente a causa dei cambiamenti veloci che avvengono nel mondo digitale, dalle figure ricercate nelle aziende ci si aspettano anche un'altra serie di competenze trasversali:
  • capacità di problem solving;
  • leadership;
  • disponibilità a lavorare in team eterogenei e cross-funzionali;
  • proattività.

Un ultimo ma non meno importante aspetto da considerare in queste nuove figure professionali è il percorso formativo aziendale, dove prediligere profili che hanno alle spalle un percorso internazionale con esperienze di lavoro europee o extra europee poiché hanno la possibilità di portare una spinta innovativa ed una visione diversa rispetto a figure cresciute tradizionalmente in Italia.

Fonte: www.digital4.biz

Copyright © Bellachioma Systems srl - Cap. Soc. 52.000 i.v. - C.F. P.I. 01282180445 - C.C.I.A.A. di Ascoli P. n. AP-125146
Sede Legale: Via Val Tiberina, 79- 63074 San Benedetto del Tr (AP)

Scroll to Top